08/09/09

IL MISTERO DELLE BASSE FREQUENZE NEL DESERTO DI TAOS


Taos è una cittadina degli Stati Uniti che si erge proprio al di sopra del deserto del New Mexico, a circa 200 miglia a nord di Rosewell, non lontana da diverse istallazioni militari. Quello che di strano succede qui è che da qualche anno una buona parte della cittadinanza avverte saltuariamente un forte rumore profondo (the "hum of Taos") provenire dal deserto. Non si sa bene quando sia cominciato il fenomeno, ma dai primi anni '90 vi furono diverse segnalazioni di questo fastidioso suono senza che se ne riuscisse ad individuarne la sorgente, così diversi scienziati da laboratori privati ed universitari di tutto lo stato si diressero a Taos per fare una serie di esperimenti in loco, ma nessuno dei vari gruppi di ricerca riuscì a trovare la ben che minima risposta convincente al fenomeno. Numerosi testimoni credibili, come il Reverendo Mell della Chiesa Presbiteriana, riportano ad esempio che per mesi si svegliavano nel cuore della notte per quest'intenso e prolungato rumore profondo (humming, appunto, suono quasi onomatopeico "hummmmmm"), come se fosse un'energica emissione di frequenze molto basse. Tra le possibili spiegazioni che sono numerose, c'è chi sostiene che la crosta terrestre della zona sia molto sottile e che quindi i vulcani ed i movimenti tettonici o di origine magmatica sotterranei possano esserne la causa. Altri che danno la colpa di questi rumori inquietanti a possibili applicazioni militari segrete nel sottosuolo, sempre più comuni negli USA. Uno dei problemi però è che non tutti sono in grado di percepirlo, e questo è dato dal fatto che è possibile che alcuni orecchi siano più percettivi di altri, ma è anche possibile che il rumore non sia della stessa intensità in tutte le zone della della cittadina, e c'è anche chi afferma che esso si senta maggiormente quando amplificato da una struttura architettonica, e molto meno in strada all'aperto ad esempio. Altre spiegazioni possibili addotte sono: impulsi di microonde (di origine antropica/militare), onde elettromagnetiche di origine artificiale (antropica/militare), o naturale come quelle generate da corpi celesti in entrata nella nostra atmosfera, o addirittura le possibili manipolazioni militari sperimentali che avrebbero come risultato il surriscaldamento della ionosfera la quale restituirebbe onde magnetiche a bassa frequenza. Poi ci sarebbero i punti sensibili nella griglia geomagnetica della terra, strani elicotteri neri in concomitanza a basi sotterranee, ufo, mutilazione di bestiame, e antiche leggende dei nativi sui segreti nascosti all'interno delle montagne, ma si sa, nessuno scienziato si darebbe mai la briga di comprendere tali elementi nelle ricerche e nelle statistiche finalizzate alla localizzazione della misteriosa sorgente di questo misteriosissimo rumore. Sta di fatto che fino ad oggi nessuno è stato in grado di dare un origine certa all'ormai famoso "Hum of Taos", apparso recentemente ai primi posti di un'improvvisata classifica dei dieci misteri irrisolti più realistici e patinati del mondo, salito di nuovo alla ribalta dopo anni di oblio. Io ho voluto lasciare una traccia per tenere a mente anche questo tassello, chè nel puzzle di questo mondo è troppo facile dimenticare le cose, soprattutto quando non si sanno spiegare, giustificare, normalizzare. Ce ne sarebbero altro che 10 di misteri irrisolti, anche ben più inquietanti di Taos, ma come al solito a livello generale è meglio non parlarne troppo, se non a colonne numerate, per una divertita pausa relax di una classifichina simpatica, tra una notizia economica e una politica.

8 commenti:

ZonWu ha detto...

Non solo Taos Hum, c'è anche il caso Verney nel Sud-Est del Regno Unito. Di casi di ronzio ce ne sono parecchi, e nessuno è ancora riuscito a dare una spiegazione plausibile.

W.B. ha detto...

sì non è il solo, infatti ho visto anche degli studi inglesi, i quali danno come spiegazione principale il "tinnitus", ovvero l'acufene, una sorta di rumore prodotto dal cervello o dall'apparato uditivo, quindi non esterno (anche se chi ce l'ha all'inizio crede che lo sia), ma anche se è un disturbo molto diffuso in questo caso è davvero improbabile, poichè il fenomeno è particolarmente "geografico", mentre per altri casi poco chiari potrebbe effettivamente essere una risposta. un'altra soluzione proposta dagli studi, che io ho preferito tacere per la sua completa inutilità in questo caso, è quella vibrazione di fondo che potrebbe prodursi (in via ipotetica)dall'insieme dei rumori/vibrazioni delle varie macchine della città, dalle auto alle fabbriche, sopra/sotto il suolo, però anche quest'ipotesi non spiega ad esempio i picchi notturni in una cittadina abbastanza piccola come Taos. Certo che se ci fosse una sorta di gigantesca cassa di risonanza...

ZonWu ha detto...

Secondo me bisognerebbe concentrarsi particolarmente sul perchè un 10-15% della popolazione avverta il rumore, mentre il resto no

W.B. ha detto...

davvero.. anche se chiaramente si tratterebbe di sensibilità.. che vuol dire tutto e niente...

tarzan ha detto...

Potrebbe essere piu' semplicemente che drogano l'acqua con qualche prodotto chimico che fa aumentare la percezione. In questo modo chi beve l'acqua sente il suono pui forte degli altri.

W.B. ha detto...

ipotesi plausibile, ma solo in un contesto ipotetico davvero astruso. Non esiste nessun elemento che induca a pensare una cosa del genere. Poi è un fenomeno presente non solo a Taos, quindi...

feranick ha detto...

Dai un'occhiata qui...

http://www.npr.org/blogs/thetwo-way/2011/06/14/137172309/have-you-ever-heard-the-hum

Nicola

feranick ha detto...

Dai un'occhiata qui:

http://www.npr.org/blogs/thetwo-way/2011/06/14/137172309/have-you-ever-heard-the-hum