25/03/11

ECCO LO ZOHAL: IL NUOVO DISCO VOLANTE IRANIANO

L'agenzia stampa iraniana filo governativa "Fars News Agency" sostiene che il paese mediorientale abbia sviluppato e messo in produzione un nuovo veicolo UAV, utile a spiare silenziosamente il territorio. La cosa curiosa è che è stato descritto come un disco volante e l'immagine di repertorio dell'articolo è questa:


In attesa di scoprire le vere fattezze dell'oggetto volante è facile immaginare quanti presunti avvistamenti ufologici deriveranno da questo veicolo. Ma soprattutto viene da pensare: se gli iraniani che non brillano certo per innovazione tecnologica, hanno costruito un velivolo simile ad un classico disco volante, quanti oggetti del genere possono essere stati già creati e sguinzagliati nei cieli di tutto il mondo? E quanti di questi hanno contribuito ad inquinare le già melmose acque dell'ufologia? Ed inoltre: perchè scegliere proprio le fattezze di un disco volante? Forse per passare meglio inosservati, giocando con la confusione esistente sulla natura degli ufo? Comunque si spera che lo "Zohal" (questo è il suo nome) presto sarà identificabile da immagini autentiche, che prima o poi verranno divulgate, così da diminuire la possibilità di scambiarlo per un vero ufo. E' questa la vera dannazione per gli ufologi, dover avere a che fare con tutta una serie di oggetti che non fanno altro che aumentare la persistente confusione, certamente sfruttata e creata ad arte da chi ha interesse a mantenere tutta questa incertezza, sia per rendere un po' meno facilmente identificabili i propri velivoli speciali, sia per alimentare il dubbio sulla possibile natura esogena di certi oggetti volanti.

1 commento:

Petali di stelle ha detto...

curioso! Anche se credo che ne abbiano costruiti già molti gli esseri umani.