15/06/09

ESOPOLITICA MODERNA E L'UFO DISCLOSURE URUGUAYANA


Come tutti dovrebbero sapere, sempre più paesi tramite i propri organismi governativi preposti, stanno compilando e declassificando dossier nei quali sono raccolti tutti quei casi verificatesi sul proprio territorio nazionale, la cui caratteristica principale è rappresentata dal coinvolgimento ufologico. L'ultimo, anche se non così blasonato è l'Uruguay, ma è in buona compagnia con Svezia, Francia, Inghilterra e tanti altri serissimi e credibilissimi governi. Per mettere i puntini sulle "i" anche il più miserando e neghittoso dei material-fideistici è ormai costretto ad ammettere che nei cieli del mondo capita talvolta di osservare degli oggetti sconosciuti, i quali dimostrano delle caratteristiche inusuali o impensabili (iper velocità, colori insoliti, forme inadatte al volo). Non raramente questi "velivoli" hanno avuto dei riscontri oggettivi anche presso chi ha il compito di sorvegliare e difendere il territorio, il quale constatando la propria impossibilità di prevederne ed impedirne la presenza, o non potendo gestire od inquadrare le situazioni sviluppatesi in seguito al loro passaggio, ha sempre preferito tacere ogni cosa, incoraggiando di contro una visione scettica atta a privilegiare ed a sottolineare con derisione proprio quei casi palesemente pittoreschi o truffaldini: questo fino ad oggi è stato vitale sia per poter studiare a fondo la cosa di nascosto, sia per non palesarne la concretezza, affinché pubblicamente non fosse troppo evidente quanto sia inadeguata la preparazione nel difenderne il territorio, specialmente nell'eventualità in cui il fenomeno diventasse ostile o pericoloso. La cosa interessante è che tutte le analisi effettuate dai diversi paesi, i quali solitamente hanno costituito delle commissioni scientifico-militari ad hoc cui affidare tutto il materiale archiviato, hanno concluso che gli ufo esistono, anche se la maggior parte degli avvistamenti è spiegabile diversamente, e se generalmente dalle prove emerse non si può stabilire con certezza cosa essi siano, in taluni casi l'ipotesi più probabile sembra essere quella extraterrestre. Anche il più ciarlatano tra gli ufologi lo ha sempre saputo, ma anche il più credibile non è mai stato preso troppo sul serio nel rivelare tale abitudine dei governi. Oggi è talmente evidente che ogni paese su questa terra abbia compilato dei dossier segreti sugli ufo, che non si può continuare a guardare al fenomeno inquadrando solo l'aspetto folcloristico dell'omino verde con le antenne, come insiste a fare tanta scienza pavida e scorretta e tanti "illuminati" parvenu accademici. Così facendo per anni hanno plagiato milioni di fedeli accoliti il cui punto di vista spesso coincideva in una visione bramosa di negazione e intellettualmente nichilista, nascosta dietro una parvenza di rigorosità logica e scientifica: come se negare sempre e comunque fosse sinonimo di serietà assoluta! I tempi cambiano dunque, qualcuno ha deciso che si sdoganasse il tabù ufo e così sta avvenendo. Se ciò accade in tutto il mondo è sicuramente perché questo ingranaggio contribuisca alla realizzazione di un percorso socio-politico-economico di cui ancora non vediamo la meta, ma che si è già deciso di percorrere; E' sempre stato così dagli anni '50 ad oggi e così continua ad essere: qualsiasi cosa siano in realtà questi oggetti meravigliosi è indubbio che chi comanda ha sempre trovato il modo di utilizzarli.

1 commento:

Liberino ha detto...

Il mondo degli Ufo non è mai stato il mio e confesso di conoscerlo molto poco. Mi reputo, però, un filosofo "scientista" e quindi guardo con curiosità e scetticismo a questa realtà, ma scommetto che la scienza, se studierà seriamente questo "problema", saprà dare delle risposte, come ha sempre (quasi) fatto...

Simone Calcagno