01/04/10

VOCI DALL'INFERNO?



La storia risale a qualche anno fa, quando alcuni geologi effettuarono degli scavi in Siberia a profondità molto elevate. La temperatura di alcune migliaia di gradi non permetteva particolari esplorazioni ulteriori, ma i geologi decisero di far scendere un microfono protetto dal calore per "ascoltare" i movimenti tellurici delle profondità della terra.
Il risultato fu sconcertante. Dapprima si credette ad un difetto dell'apparecchiatura, ma dopo aver verificato che i terribili suoni non erano causati da nessuna interferenza nè malfunzionamento, la risposta sembrò solo una: i suoni registrati quel giorno in Siberia a Chilometri di profondità sono i lamenti strazianti delle anime dell'inferno.
Ok, non ci credo neanche io, ma per quanto sia già stata etichettata come bufala epocale c'è gente che resta convinta dell'autenticità della cosa, ad esempio un noto dj (non è Paolo Attivissimo) americano Art Bell, famosissimo ricercatore del mistero su Coast to Coast AM, il quale sostiene che la registrazione di cui è in possesso la ottenne suo zio direttamente dalla BBC.
Personalmente la trovo una bella storia, di quelle da raccontare intorno ad un fuoco in campeggio la sera, per divertirsi a spaventarsi con storie macabre, ma nulla di più.
Approfondisco e vi faccio sapere.. intanto pregate e cercate di essere buoni.. mi raccomando...

Continua...

2 commenti:

ZonWu ha detto...

sembra essere una bufala da decenni:

http://www.truthorfiction.com/rumors/d/drilltohellfacts.htm

ANGELO CICCARELLA ha detto...

Voci infernali le sentiamo in superfice da secoli, e soprattutto in questi ultimi decenni. Voci camuffate da benigni maestri, che ci blandiscono con dottrine buoniste, pseudo-esoteriche e simil-scientifiche. Vedi tra i più grossolani, il caso ramta e le canalizzazioni da altre dimensioni. Voci infernali sempre filtrate dal politicamente corretto, le ascoltiamo dalla vulgata mondialista, massmediologica, bancaria e finanziaria. La gente è rincoglionita da fiction tv, talk show, consumismo; la gente è alienata dall'inconsistenza del vivere odierno. In confronto, le voci del centro della terra sono effetti naturalistici da musica new age.